Call per organizzazione di alcuni incontri durante il Festival della cultura dal basso

Il progetto Cittadinanze quest’anno intende analizzare in una prospettiva interdisciplinare il tema della “paura dell’altro” e, anche per questo, ha dato forma ad un nuovo tavolo di lavoro incentrato sulla collaborazione tra CLE e alcune realtà del territorio che si occupano di produzioni culturali in ambito teatrale e cinematografico.

All’interno di questo tavolo è iniziata una collaborazione con il Festival della Cultura dal basso, ideato da Stefano di Polito e dall’associazione Babelica (http://www.festivaldellaculturadalbasso.it/)

Durante il festival, che avrà luogo dal 7 al 14 maggio, le persone potranno proporre delle “attivazioni culturali”, ovvero brevi momenti in cui potranno presentare  un tema che li appassiona in un luogo insolito o dimenticato in Borgo Dora, Porta Palazzo o Aurora.

Cittadinanze propone dunque una call per l’organizzazione di “attivazioni culturali” durante il Festival, che abbiano come tema “la paura dell’altro”. Può trattarsi di letture di brani, presentazioni creative di risultati di ricerche inedite, interventi musicali o teatrali…che assumeranno un importante significato simbolico visto gli stereotipi negativi che accompagnano i territori di riferimento del Festival.

Studenti, dottorandi e ricercatori sono invitati a presentare un abstract con una proposta specifica. L’abstract deve avere una lunghezza tra le 300 e le 500 parole e deve essere inviato entro il 19 marzo 2017 al seguente indirizzo e-mail:   silvia.mondino@unito.it.

Inoltre, il Festival della Cultura dal basso sta cercando studenti, dottorandi e ricercatori disponibili a condurre una ricerca sull’impatto della manifestazione sul territorio, per definire le linee guida delle future edizioni. Qualora foste interessati, potete specificarlo nella email di risposta alla call.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *